Condizionatori dual split – classifica ed opinioni 2022

Migliori climatizzatori dual split - Guida all'acquisto

Di seguito trovi la classifica dei migliori climatizzatori dual split al miglior prezzo .Le tabelle dei prodotti sono molto semplici , infatti trovi oltre alla foto del prodotto ed ad una breve descrizione,  il prezzo ed eventualmente l'offerta in corso.

Invece se non hai ancora deciso il climatizzatore dual split più adatto alle tue esigenze, puoi cercare sul sito e leggere le recensioni di ogni climatizzatore dual split per poi scegliere quello giusto per te.

Come scegliere il migliore condizionatore dual split

Di seguito per facilitarti la scelta ho elencato una serie di caratteristiche che devi considerare quando compri un condizionatore dual split. Ovviamente molto dipende anche dalle tue esigenze e dalla qualità che cerchi. Ma questi sono i fattori decisivi che ti permetteranno di analizzare ogni aspetto tecnico e non dei condizionatori che andrai a scegliere.

Bisogna prendere in considerazione diversi fattori, ossia:

  • Tipologia
  • Dimensioni
  • Funzioni
  • Potenza
  • Marca
  • Prezzo

 

Mono split o Dual split: quanti ne occorrono?

Gli "split"sono le unità interne che possono essere collegate ad una singola unità esterna. Quindi nel caso di "mono split " si può collegare una sola unità interna, mentre "dual split" due unità sfruttando un unica unità esterna. La scelta dei condizionatori dual split ha dei vantaggi e degli svantaggi che vedremo più avanti.

Hisense Mini Apple Pie 9000+12000 9+12 Btu A++ AMW2-16U4SGD1

Caratteristiche principali

Mitsubishi Electric MXZ-2HA50VF Linea Smart, Set climatizzatore Dual Split a Parete MXZ-2HA50FV Composto da 2 unità Interne 12.000 BTU, Bianco

Caratteristiche principali

Climatizzatore multi dual split hisense comfort amw2-16u4sgd1 9000+12000 btu 9+12

Caratteristiche principali

Hisense Comfort 9000+9000 9+9 Btu A++ AMW2-16U4SGD1

Caratteristiche principali

Climatizzatore Condizionatore Inverter Dual Split New LG Libero Serie EP 9000+9000 Btu 9+9 MU2M15 UL4 Classe A++ 2017

Tipologia di condizionatori:  On/off o  inverter?

Altro fattore da prendere in considerazione è la tipologia del condizionatore che attualmente sono di due modelli: "on/off" e quelli "inverter".

Condizionatore On/off

Questi modelli di condizionatori funzionano ad erogazione intermittente , e ciò significa che l'apparecchio alterna momenti di erogazione di aria fredda a momenti di pausa.E' una tecnologia ormai superata ma in commercio se ne trovano ancora e sono quelli più economici.

Condizionatori Inverter

I condizionatori con tecnologia inverter consentono l'erogazione continua della potenza refrigerante, effettuando piccoli aggiustamenti per mantenere costante la temperatura.In questo modo avremo una temperatura più stabile dell'ambiente, che si traduce anche in un risparmio sulla bolletta.

Potenza condizionatori dual split

BTU: cosa sono e quante ne servono?

Altro fattore da tener presente per preocedere alla scelta del miglior condizionatore momo split sono le BTU (British Termal Unit).

La scelta della quantità di BTU necessarie dipende dalle dimensioni dell'ambiente che vogliamo refrigerare e climatizzare.

 

Quante BTU servono allora per la vostra casa?

Per climattizzare e raffrescare in modo soddisfacente l'ambiente bisogna scegliere il condizionatore con BTU sufficienti.

Per una camera di 15 mq ad esempio basteranno 5000 Btu. Mentre per una camera di 25 mq ce ne vorranno 8000/9000 btu.Così come per una camera di 40 mq occoreranno 12000 btu.Ovviamente più l'ambiente è grande più btu occorrono. Per ambienti che superano i 70/80 mq è necessario installare due o più condizionatori.

Ovviamente questi sono calcoli approsimativi ma che ci possono aiutare in una prima scelta.

 

 

 

Funzioni dei condizionatori dual split

Fattore sicuramente rilevante sono le funzioni che un condizionatore offre. Ovviamente le funzioni dei condizionatori dual split sono identiche ad un condizionatore standard, e di seguito elenco le funzioni più comuni:

  • Modalità automatica: che permette il mantenimento costante di una data temperatura;
  • Deumidificazione: funzionamento solo come deumidificatore, senza raffreddare l'aria;
  • Riscaldamento:che permette di essere utilizzato per riscaldare grazie a una pompa di calore integrata.
  • Alette basculanti: che permettono di controllare l'oscillazione o l'inclinazione fissa delle alette e quindi la direziona del getto d'aria;

 

Consumi

Il condizionatore è uno degli elettrodomestici per i quali vige l'obbligo di etichettatura energetica, per cui è piuttosto semplice paragonare i consumi dei vari modelli.

Le fasce di efficienza energetica sono 7, dalla più alta (A+++) alla più bassa (D).

I condizionatori con pompa di calore avranno un etichetta dove sono presenti due scale, una dedicata alla modalità di riscaldamento è contestualizzata secondo tre aree climatiche (calda, media e fredda) esemplificate da una cartina stilizzata dell'Europa

In etichetta sono  riportati anche altri dati che offrono un ulteriore dettaglio sui consumi del nostro condizionatore. Questi sono:

  • kWh/anno: stima dei kW consumati in un anno sulla base di un uso-tipo del condizionatore;
  • kW: la potenza nominale del condizionatore;
  • SEER: indice di efficienza energetica stagionale in modalità di raffreddamento;
  • SCOP: coefficiente di prestazione stagionale in modalità riscaldamento (solo per modelli con pompa di calore).

SEER e SCOP sono due indicatori che mettono in relazione rispettivamente la capacità refrigerante e la capacità riscaldante con il consumo elettrico: quanto più questi valori sono alti, tanto più efficiente è il condizionatore.